Il tuo carrello è vuoto. Aggiungi al Carrello

indoor-growing-tips-and-tricks

Come coltivare e prendersi cura della tua orchidea in casa

CONSIGLIO

Le Orchidee sono piante tropicali: per curare e far crescere i loro meravigliosi fiori queste piante hanno bisogno di luce abbondante, ma bisogna fare attenzione che non vengano surriscaldate dai raggi del sole.
Colorate ed eleganti, le orchidee sono le piante perfette per dare un tocco di classe a ogni appartamento. Come tutte le piante da fiore, anche le Orchidaceae necessitano di cure e attenzioni particolari, e per vederle fiorire e rifiorire anno dopo anno bisogna saper amare le attese e seguire questi brevi, ma utili, suggerimenti su come curare le orchidee in casa 

Come curare le orchidee in casa: accorgimenti

  • Abbiate cura di posizionare la pianta di orchidee in una stanza esposta a sud
  • Per evitare che le radici secchino, non esponete l’orchidea a fonti di calore dirette. 
  • Annaffiate la pianta con regolarità, ma con poca quantità d’acqua, generalmente una volta a settimana d’inverno e due volte d’estate. In questo modo eviterete che le radici marciscano. 
  • Attenzione a come annaffiare: al posto dell’annaffiatoio, utilizzate un diffusore per spruzzare l’acqua intorno al vaso della pianta.
  • Curare le orchidee in casa richiede costanza e impegno: pulite le foglie della pianta tutti i giorni, in modo da evitare che la polvere impedisca il corretto filtraggio della luce solare. 
  • Controllate periodicamente che la pianta non sia aggredita da parassiti. A tal proposito, troverete qui alcuni rimedi naturali contro i principali parassiti delle piante.
How to grow and care for your orchids indoors
photo © mybeautifulcookbook.com

Luce, temperatura e terreno

Il primo elemento da considerare per prendersi cura delle orchidee in casa è sicuramente l’esposizione alla luce. Le orchidee sono piante tropicali: per crescere e produrre i loro magnifici fiori, necessitano di abbondante luce e di una esposizione non diretta ai caldi raggi del sole.  

La posizione ideale, affinché la pianta riceva la quantità di luce adatta alla fioritura, è dietro a una tenda non troppo pesante che filtri i raggi solari, evitando alla pianta di bruciarsi. Se manca la luce in casa, si possono utilizzare lampade che riproducono la luce solare, in particolare la luce a LED , fredda e colorata, non rischia di bruciare le foglie e stimola la pianta nel modo corretto.

La temperatura ideale per l’orchidea è tra 20°e 25°, ma può tollerare valori massimi fino a 35° e temperature minime fino a 16°-17°. Ricordate, inoltre, che anche il livello di umidità può influire sulla corretta crescita della pianta: un alto livello di umidità può provocare macchie sui fiori dell’orchidea, mentre un livello troppo basso ne ne danneggia le foglie, provocando ingiallimenti e raggrinzimenti.  

In condizioni ottimali di luce, umidità e temperatura, avrete la possibilità di veder fiorire l’orchidea fino a 3-4 volte in un anno.  

Le orchidee amano terreni molto soffici e incoerenti: si può ottenere il substrato ideale per crescere le piante di orchidea mescolando dei pezzetti di corteccia con della torba, dei pezzi di fibra di cocco e, volendo, del polistirolo. 

Rinvasare la tua orchidea

Procedete col rinvaso dell’orchidea solo al verificarsi di 3 condizioni in particolare:  
  • Quando il vaso non è più in grado di accogliere la pianta
  • Quando il substrato sta marcendo.
  • Quando si notato la presenza di parassiti o muffe
Ricordate che i periodi ottimali per procedere al rinvaso dell’orchidea sono dopo la fioritura della pianta, all’inizio della nuova stagione vegetativa e quando iniziano a comparire le nuove radici con una lunghezza minima di 2-3 cm.  

Un ultimo suggerimento su come curare le orchidee in casa: per stimolare la fioritura, sottoponete la pianta a un lieve sbalzo termico, tenendo una temperatura notturna di 16° per due settimane. Nello stesso periodo, somministrate all’orchidea un concime con una maggior quantità di Fosforo e Potassio (formula 10:30:20) e fate in modo che la pianta sia raggiunta da una luce meno intensa del solito. 
Banner photo © mybeautifulcookbook.com

CONSIGLIO

Le Orchidee sono piante tropicali: per curare e far crescere i loro meravigliosi fiori queste piante hanno bisogno di luce abbondante, ma bisogna fare attenzione che non vengano surriscaldate dai raggi del sole.
Colorate ed eleganti, le orchidee sono le piante perfette per dare un tocco di classe a ogni appartamento. Come tutte le piante da fiore, anche le Orchidaceae necessitano di cure e attenzioni particolari, e per vederle fiorire e rifiorire anno dopo anno bisogna saper amare le attese e seguire questi brevi, ma utili, suggerimenti su come curare le orchidee in casa 

Come curare le orchidee in casa: accorgimenti

  • Abbiate cura di posizionare la pianta di orchidee in una stanza esposta a sud
  • Per evitare che le radici secchino, non esponete l’orchidea a fonti di calore dirette. 
  • Annaffiate la pianta con regolarità, ma con poca quantità d’acqua, generalmente una volta a settimana d’inverno e due volte d’estate. In questo modo eviterete che le radici marciscano. 
  • Attenzione a come annaffiare: al posto dell’annaffiatoio, utilizzate un diffusore per spruzzare l’acqua intorno al vaso della pianta.
  • Curare le orchidee in casa richiede costanza e impegno: pulite le foglie della pianta tutti i giorni, in modo da evitare che la polvere impedisca il corretto filtraggio della luce solare. 
  • Controllate periodicamente che la pianta non sia aggredita da parassiti. A tal proposito, troverete qui alcuni rimedi naturali contro i principali parassiti delle piante.
How to grow and care for your orchids indoors
photo © mybeautifulcookbook.com

Luce, temperatura e terreno

Il primo elemento da considerare per prendersi cura delle orchidee in casa è sicuramente l’esposizione alla luce. Le orchidee sono piante tropicali: per crescere e produrre i loro magnifici fiori, necessitano di abbondante luce e di una esposizione non diretta ai caldi raggi del sole.  

La posizione ideale, affinché la pianta riceva la quantità di luce adatta alla fioritura, è dietro a una tenda non troppo pesante che filtri i raggi solari, evitando alla pianta di bruciarsi. Se manca la luce in casa, si possono utilizzare lampade che riproducono la luce solare, in particolare la luce a LED , fredda e colorata, non rischia di bruciare le foglie e stimola la pianta nel modo corretto.

La temperatura ideale per l’orchidea è tra 20°e 25°, ma può tollerare valori massimi fino a 35° e temperature minime fino a 16°-17°. Ricordate, inoltre, che anche il livello di umidità può influire sulla corretta crescita della pianta: un alto livello di umidità può provocare macchie sui fiori dell’orchidea, mentre un livello troppo basso ne ne danneggia le foglie, provocando ingiallimenti e raggrinzimenti.  

In condizioni ottimali di luce, umidità e temperatura, avrete la possibilità di veder fiorire l’orchidea fino a 3-4 volte in un anno.  

Le orchidee amano terreni molto soffici e incoerenti: si può ottenere il substrato ideale per crescere le piante di orchidea mescolando dei pezzetti di corteccia con della torba, dei pezzi di fibra di cocco e, volendo, del polistirolo. 

Rinvasare la tua orchidea

Procedete col rinvaso dell’orchidea solo al verificarsi di 3 condizioni in particolare:  
  • Quando il vaso non è più in grado di accogliere la pianta
  • Quando il substrato sta marcendo.
  • Quando si notato la presenza di parassiti o muffe
Ricordate che i periodi ottimali per procedere al rinvaso dell’orchidea sono dopo la fioritura della pianta, all’inizio della nuova stagione vegetativa e quando iniziano a comparire le nuove radici con una lunghezza minima di 2-3 cm.  

Un ultimo suggerimento su come curare le orchidee in casa: per stimolare la fioritura, sottoponete la pianta a un lieve sbalzo termico, tenendo una temperatura notturna di 16° per due settimane. Nello stesso periodo, somministrate all’orchidea un concime con una maggior quantità di Fosforo e Potassio (formula 10:30:20) e fate in modo che la pianta sia raggiunta da una luce meno intensa del solito. 
Banner photo © mybeautifulcookbook.com